Exhibitions

Currently there are no exhibitions.

Verso la Bauhaus-Moholy-Nagy e i suoi Contemporanei Ungheresi
Galleria d'Arte Moderna
28 November 2019 - 15 March 2020
La mostra è dedicata all'arte e alla memoria di László Moholy-Nagy, artista d'origine ungherese e figura chiave del movimento Bauhaus nel mondo, in occasione delle celebrazioni per i 125 anni dalla sua nascita (1895-2020).
Chiostro della Galleria d'Arte Moderna
Galleria d'Arte Moderna
28 November 2019 - 15 March 2020
Nell'ambito della mostra dedicata a Moholy-Nagy e all'avanguardia ungherese fra le due guerre, in una prospettiva di ricostruzione ambientale contemporanea delle teorie sulla luce dello stesso fondatore della Bauhaus nell'area del chiostro/giardino, un'installazione di Sàndor Vàly.
Spazi d’Arte a Roma. Documenti dal Centro Ricerca e Documentazione Arti Visive (1940-1990)
Galleria d'Arte Moderna
28 November 2019 - 26 April 2020
La mostra "Spazi d’Arte a Roma. Documenti dal Centro Ricerca e Documentazione Arti Visive (1940-1990)" è considerare come iniziale riflessione sugli spazi romani dedicati all’arte e, soprattutto, come ricostruzione di una storia illustrata.
Elisa Montessori - China, 2001-Tecnica mista su tela, 40 x 40 cm - particolare
Galleria d'Arte Moderna
15 October - 10 November 2019
Nuova sezione espositiva dedicata all’opera di Elisa Montessori (Genova 1931), artista che opera fin dagli anni Cinquanta e ancora in piena attività creativa.
Kessler e Bielli - particolare
Galleria d'Arte Moderna
30 May - 10 November 2019
Wechselspiel (interplay, in senso lato interazione) è il titolo della doppia installazione site specific di Paolo Bielli e Susanne Kessler. Un doppio percorso che si collega alla mostra in corso Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione e alle sculture del chiostro.
Giacomo Balla, Il dubbio-particolare
Galleria d'Arte Moderna
24 January - 10 November 2019
The works selected for the exhibition testify how at the start of the XX century the representation of the female body starts bursting at the seams. Following the deep impact of the Second World War, Feminism and Freud’s theories, the female representation started reflecting the contradictions of a